—- we’re already dead, we just don’t know it yet —-
 
ITA
 
Un Keanu Reeves in 3D, nei panni di Neo nel film Matrix, è sdraiato su una barella, senza camicia, con elettrodi agganciati al torace, e una maschera per ossigeno trasparente sul viso. È in una stanza che sembrerebbe l’ingresso di un pronto soccorso. Ci sono tre infermiere, due donne asiatiche e un asinello alato.
 
Neo sente la voce robotica di un software pronunciare le parole “E se avesse preso entrambe le pillole?”
 
“Avrebbe perso la memoria di quello che è Matrix, e di Morpheus e Trinity. Si sarebbe svegliato nel suo appartamento, senza sapere come ci fosse finito. Sarebbe poi stato salvato da persone che non ha mai conosciuto, se non in sogno. Prendere entrambe le pillole gli avrebbe fatto dimenticare anche la possibilità di sceglierne una all’inizio.
 
In TV Ellen DeGeneres mostra al pubblico questa nuova invenzione dal Giappone, un vaso con entrambe le estremità aperte. Se ci urli dentro, il vaso riproduce il tuo urlo. “Vorrei averlo avuto nella notte dell’elezione”, dice. La folla lo ama, e ride freneticamente. Più tardi, Ellen balla una versione rallentata di “Rock Your Body” di Justin Timberlake con un peluche gigante. La folla esulta.
 
La morale della storia è che il dolore diventa piacere, nel momento in cui il piacere diventa tristezza. O qualcosa del genere. Il tempo passa, ed è soltanto uno dei tanti sistemi. Come Neo, se prendi entrambe le pillole, ti risvegli da Matrix incosciente. Sveglio, senza alcuno scopo. Come un cane senza osso. Dentro questo mondo in cui sei stato buttato.
 
ENG
 
A 3d Keanu Reeves as Neo from The Matrix lies on a gurney, shirtless with electrodes attached to his chest and a transparent oxygen mask on his face. He’s in what looks like an emergency room. There are three nurses, two asian women and a cartoon tiny winged donkey-man.
 
Neo hears a text to speech bot whispering “What if he took both pills?”
 
“He would lose all memory of what the Matrix is and who Morpheus and Trinity are and he would wake up in his pod, having no recollection of how he got there. He would then be rescued by people he did not recognise or had only seen in a dream. So – taking both pills would cause him to forget there even was a choice of pills to begin with.”
 
On the TV Ellen DeGeneres shows her audience this new invention from Japan, a vase like thing with both ends open. Its something to shout into and it mumbles your scream.
“I wish I had that on election night” she says.
Crowd loves it, laughing ecstatically.
Later she’s dancing with a plush mannequin to a slowed down version of Justin Timberlake’s “Rock Your Body” song.
Crowd goes “Aww”
 
The moral of the story here is that pain becomes pleasure as pleasure becomes sadness. Or something like that. Time passes. And it’s just another system. Like Neo, if you take both pills you wake up from the Matrix unconscious. Awake without a purpose. A dog without a bone. Into this world you’re thrown.
 
Bora Akinciturk, (b. 1982) is a Turkish/British artist living and working in London, UK. Recent solo exhibitions include “Say Yes” at The beautiful Erah, Salzburg, AT (2016)
 
 
www.ultrastudio.sexy